- GIUSEPPELUMIA - http://www.giuseppelumia.it/2014 -

Nebrodi, sequestro boss Pruiti altro importante risultato

La mafia dei Nebrodi viene colpita in uno dei suoi pilastri fondamentali: il patrimonio. Un altro importante risultato ottenuto, grazie al lavoro della Dia di Catania e Messina nei confronti di una mafia violenta e pericolosa.

La “mafia dei pastori” si è evoluta in “mafia dei terreni e degli affari”. I Pruiti fanno parte del sistema che agisce a cavallo tra le province di Messina, Enna e Catania, avendo come punti fermi i centri di Cesarò e Bronte. Questa famiglia è in grado di tenere i rapporti sia con la mafia tortoriciana sia con quella dei Santapaola.

Dopo l’agguato sferrato lo scorso anno per eliminare il presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, lanciammo due sfide.
La prima sul controllo del territorio, che pochi giorni fa ha fatto un salto di qualità con l’istituzione in Sicilia del reparto specializzato “Cacciatori” dei Carabinieri, per colpire la capacità militare di questa organizzazione. Una mafia da non sottovalutare poiché, nonostante i ripetuti colpi subiti, può contare su diversi boss mafiosi operativi e pericolosissimi.
L’altra sfida che lanciammo fu quella dell’aggressione ai patrimoni, ai grandi affari che i boss fanno attraverso il controllo dei terreni pubblici e privati per i quali chiedere i fondi comunitari destinati all’agricoltura. Una frode di gran lunga più redditizia dello stesso lucrosissimo traffico di droga. Anche su questo piano Guardia di Finanza e Dia stanno ottenendo dei risultati mai raggiunti prima.

La guerra continua e lo Stato la deve vincere, perché i Nebrodi sono bellissimi, ricchi di biodiversità con un patrimonio enogastronomico straordinario. Un territorio dalle enormi potenzialità che si è messo in cammino promuovendo un’antimafia capace di sostenere un moderno e avanzato sviluppo.

Oltre ai Pruiti, anche altri boss non potranno dormire sonni tranquilli. Lo Stato li conosce, sono indicati nei rapporti di polizia. Sono noti alla Direzione distrettuale antimafia di Messina, a quella di Catania e alla Dda di Caltanissetta. Inoltre, sono stati da me denunciati ripetutamente in diverse interrogazioni parlamentari (di seguito l’elenco), nelle quali ricorre spesso proprio il nome dei Pruiti.

Giuseppe Lumia

***

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=826174 (Dicembre 2014)

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=826451 (Gennaio 2015)

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=970042 (Aprile 2016)

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=974463 (Maggio 2016)

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=979389 (Giugno 2016)

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=991358 (Ottobre 2016)

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=999946 (Dicembre 2016)

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=1006405 (Febbraio 2017)