- GIUSEPPELUMIA - http://www.giuseppelumia.it/2014 -

IL PRESIDENTE VA DIFESO E IL PD VA CAMBIATO

Beppe-LumiaIl Presidente Mattarella va difeso. Non ci sono dubbi. Adesso riflettiamo un po’ sul cambio di scenario e sulle ricadute nell’azione del PD. Il contesto è oramai quello del ritorno alle urne. Lega e 5 Stelle hanno aperto subito la campagna elettorale sul terreno più aggressivo e a loro più favorevole. Il PD cosa deve fare? Alcuni aspetti vanno analizzati e messi a fuoco sin dalle prossime ore.

1. Unirsi tutti per la difesa della funzione costituzionale del Presidente della Repubblica è naturale, dovuto e comprensibile. Fermo restando che i nodi irrisolti sul partito e sulla collocazione progressista del PD in Italia ed in Europa rimangono tutti da sciogliere al più presto.

2. Il PD è chiamato a sostenere la legittimità dell’operato del Presidente della Repubblica e al tempo stesso ad affermare che il Paese ha bisogno di politiche economiche sul lavoro, sul Mezzogiorno, sui giovani, sulla scuola, sul fisco nettamente diverse da quelle praticate nell’arco della Seconda Repubblica. Stesso ragionamento sull’Europa. Difendere lo status quo è rovinoso per l’Europa e per il PD. Siamo pronti a investire su un cambio di passo radicale in chiave sociale e di investimenti sulla crescita, sul lavoro, sull’uguaglianza e sulla sicurezza? Siamo in sostanza capaci di proporre la costituzione degli Stati Uniti d’Europa? Senza queste scelte di fondo la battaglia a favore del Presidente benchè giusta può risultare insufficiente ad affrontare la difficilissima sfida elettorale perché basta un’ondata popolare avversa per distruggere tutto…

3. Il PD è pronto a liberarsi della sua attuale condizione senza oramai ricorrere alla via maestra del Congresso, visti i tempi prevedibilmente brevi del ricorso alle urne? Senza uno scarto progettuale rispetto al recente passato e senza una collegialità vera e praticata nella gestione di tutte le decisioni già nelle prossime settimane il PD sarà sempre debole e diviso…

Nervi saldi e mente lucida allora, non dimenticando mai che anche il cuore vuole sempre la sua parte … . Riflettiamo e riprogettiamo insieme!

Giuseppe Lumia