- GIUSEPPELUMIA - http://www.giuseppelumia.it/2014 -

Grano e riso, con indicazione origine l’agricoltura italiana ottiene un altro importante risultato

grano pastaL’agricoltura italiana ottiene un altro importante risultato! La pasta deve avere un’etichetta in cui deve essere chiara la provenienza del grano. Basta con pasta venduta come italiana, prodotta con grani esteri la cui provenienza non è indicata nelle etichette. Anche per il riso vale la stessa cosa.

Il decreto del governo firmato dai ministri dell’agricoltura Maurizio Martina e dello sviluppo economico Carlo Calenda da corpo al Piano cerealicolo nazionale innalzando il contributo, da 100 a 200 euro per ettaro, previsto a favore delle aziende cerealicole che sottoscrivono i contratti di filiera. Contratti che già oggi interessano oltre 100.000 ettari di terreno coltivato a grano a riso.

Prima ancora si era riusciti a far indicare la provenienza per il latte e i formaggi. Il governo italiano si è mosso e ha giocato finalmente d’anticipo sull’Unione europa, che è bloccata dal 2011 nell’emanare gli atti per l’applicazione del regolamento che disciplina l’informazione dovuta ai consumatori sull’origine degli alimenti.

In queste settimane come area Emiliano del Pd, guidati dall’on. Colomba Mongiello e dal sen. Roberto Ruta, ci siamo battuti in Parlamento per dare qualità ai nostri principali prodotti agricoli, così da consentire ai consumatori di conoscere realmente l’origine del prodotto e alle nostre aziende agricole di competere a testa alta nel mare tempestoso della globalizzazione, facendo affidamento alla qualità del vero Made in Italy.

Non dobbiamo avere paura della competizione, ma dobbiamo mettere la nostra agricoltura nelle condizioni di poter far leva sulle straordinarie capacità che sempre più stiamo dimostrando in tutti gli ambiti. La pasta tocca soprattutto gli interessi dell’agricoltura del Sud. Era ora! Sull’olio si sono già stati raggiunti grandi traguardi. Bisogna continuare su questa strada con progettualità, coraggio e determinazione.

Giuseppe Lumia